Donne designer: le menti creative delle sneakers più trendy

Sneakers, sneakers e ancora sneakers. Le vogliamo a tutti i costi, le indossiamo, le collezioniamo e le riponiamo in bella vista sulla nostra scarpiera come se fossero dei gioielli. Ma vi siete mai chiesti chi sono le menti creative che si nascondono dietro il design delle vostre scarpe preferite? In occasione dell’8 marzo, JD vi svela chi sono le donne designer che hanno ideato i modelli più cool in circolazione.

Forse non ci avete mai pensato, ma una carriera di successo nel footwear richiede una vasta competenza non solo creativa, ma anche commerciale e tecnica. Per ideare le sneakers più trendy, bisogna pensare ai gusti del pubblico, alle mode del momento, ma anche all’innovazione tecnica, ai tessuti, alla comodità… Insomma, per essere delle perfette donne designer non bisogna tralasciare nessun dettaglio.

sneakers da donna
donne designer Nike

Nike Air Max Dia: l’esercizio di stile di 4 donne designer

Lo sapevi che le Nike Air Max Dia sono state ideate da un team di quattro donne designer? Una disegnatrice, un ingegnere, una sviluppatrice e una product manager hanno dato vita ad una scarpa dalla silhouette elegante e raffinata che punta tutto sull’equilibrio.

Unendo perfettamente estetica e funzionalità, le Air Max Dia sono realizzate con la tomaia in Nexkin destrutturata per il massimo comfort. La scelta della suola molto alta ha un solo scopo: quello di rendere l’unità Air assoluta protagonista. La sfida tuttavia ha tenuto conto anche delle esigenze estetiche, per rendere il tallone più elegante e femminile possibile. Proprio sul tallone si è scelto di applicare un dettaglio unico: quattro puntini che rappresentano le quattro donne designer che hanno dato vita alla scarpa. Un omaggio al lavoro di squadra ed alla collaborazione tra varie menti creative. Le Air Max Dia sono un esercizio di stile e controllo delle proporzioni, una tendenza controcorrente rispetto alle scelte chunky dei modelli più in voga.

Per le Air Max Dia niente Swoosh in evidenza, al contrario, il logo di piccole dimensioni, sul tallone e sulla punta della sneaker. Le colorway sono varie, sia per quanto riguarda la tomaia sia per l’unità Air, che emerge imponente e stilosa rispetto al resto della suola. La tecnologia, l’innovazione e la particolarità del design dimostrano ancora una volta che la ricerca non è mai un optional per Nike. Il risultato è una scarpa dalle proporzioni perfette, che celebra l’abilità creativa di chi l’ha disegnata senza rinunciare alla comodità di chi la indossa.

air max dia
donne designer airmaxdia bianco

Marie Odinot e le sue Air Max 270

Marie Odinot è la shoe designer che ha sviluppato la tomaia delle Air Max 270, la prima scarpa lifestyle con la suola Air lanciata dal brand iconico.

La designer di scarpe del team Nike ha svelato il suo segreto nel progettare la sneaker perfetta, dallo sviluppo del concetto, alla scelta della silhouette, alla ricerca dei materiali, dei colori e dei dettagli. Per Marie Odinot tutte le scarpe trasmettono delle emozioni. L’estetica e il modo in cui queste emozioni si traducono in materiali, colori, forme e finiture sono il momento più difficile del processo creativo. Trovare l’ispirazione nei luoghi random della propria quotidianità renderà unica la scarpa, così come la collaborazione con gli altri designer.

Audace nel look, eccezionale nelle prestazioni, le Air Max 270 di Nike conquistano l’urban culture con il loro esclusivo design dotato della camera d’aria più alta mai creata. Un design totalmente nuovo che si fonde con le più iconiche silhouette street style. Le scarpe sono realizzate con la tomaia in mesh traspirante e sono adagiate su un’unità Max Air alta 32 mm che dà la sensazione di camminare sull’aria. Il rivestimento interno elasticizzato offre una calzata personalizzata, mentre la gomma sulla punta assicura resistenza e comfort. L’iconico mini Swoosh Nike è ricamato sulla punta ed è accompagnato dal brand Air 270 sui lati, sulla linguetta e sull’etichetta del tallone.

Tra le donne designer, Marie Odinot, grande conoscitrice della storia Nike, rende tributo all’originale Air Max 180 con le linee di design e il logo sulla linguetta, ma anche alla Nike Air Max 1, la prima linea con unità Air Sole che debuttò nel 1978. Da allora, il mondo delle sneakers non è stato più lo stesso.

SCOPRI LA COLLEZIONE


Air Max 720
AM270

Jesi Small, la mente dietro le Air Max 720

Quando Jesi Small e Dylan Raasch hanno disegnato la silhouette delle Air Max 720 si sono chiesti: “È troppo grande?”. La risposta è sì! Perché le Air Max 720 sfoggiano una unità Air di ben 38 mm, la più alta mai creata fino ad ora. Tra le nostre donne designer, Jesi Small voleva davvero che la scarpa avesse una forma esagerata, il più grande possibile per trasmettere una sensazione di comfort senza precedenti. Decide così di rivoluzionare la tecnologia iconica, ridefinendo il concetto di camera d’aria, rendendola visibile a 360 gradi e facendole raggiungere altezze mai viste prima, con ben 38 mm di Air Unit ammortizzante sotto il tallone che si estende per tutta la scarpa, fino alla punta. Missione compiuta!

Jesi Small iniziò a progettare le Air Max 720 nel 2015, sognando il giorno in cui gli sneakerhead di tutto il mondo avrebbero abbandonato le silhouette semplici e minimali per queste scarpe imponenti e retro. Infatti, le Nike Air Max 720 sono ispirate a due iconiche Air, le 180 e le 93, ma sfoggiano un design totalmente nuovo che si fonde con i più iconici modelli lifestyle. La tomaia ondulata, invece, ricorda quella delle Air Max 97. Con queste premesse, sembra proprio che le Air Max 720 siano il passo logico successivo della linea Air Max, un percorso glorioso iniziato nel lontano 1987, quando Tinker Hatfield disegnò la prima scarpa con l’unità Air visibile. Una tradizione che la Small ha deciso di seguire e di celebrare, confermano ancora una volta che la tecnologia Air è sempre e solo di Nike.

Che dire poi della scelta controcorrente di sostituire lo Swoosh laterale con una sorta di boomerang bombato? Sembra quasi che il logo Nike sia stato capovolto ed esposto a una fonte di calore elevato che ha sciolto i suoi bordi taglienti. Un vero colpo di genio!

La scarpa è disponibile in una varietà di colorazioni ispirate alla natura, dall’aurora boreale al modello Eclipse completamente nero, alla versione in tessuto scintillante che sembra appena uscita dallo Studio 54.

Anche se per alcuni le Air Max 720 potrebbero risultare eccessive, c’è qualcosa di irresistibile in loro. La sensazione potrebbe essere familiare a chiunque abbia voglia di farsi notare con una suola sgargiante dall’aspetto elastico e avvolgente. Al di là dei gusti personali, con le loro vendite da capogiro queste scarpe hanno ampiamente dimostrato di essere la sneaker che la gente vuole indossare ora e nel prossimo futuro.

donne designer air max 720
airmax 720 rosa

Nike Air VaporMax Flyknit: i colori di Johanna Schneider

Da quando la silhouette è stata lanciata all’inizio del 2017, il  colore ha avuto un ruolo centrale nello sviluppo dei nuovi modelli Nike Air VaporMax Flyknit. Se parliamo di donne designer, Johanna Schneider ha reiventato il modello, affermando che “i colori influiscono direttamente sull’esperienza personale e sulla comprensione delle scarpe”.

Alcuni pattern accennano alle iconiche colorazioni Nike, mentre altri fanno riferimento alla natura, ai supereroi e alle tute spaziali. Johanna Schneider ha realizzato una vera e propria indagine del colore per dare vita alla sua versione personalizzata della scarpa.

Per la shoe designer, l’unicità delle Air VaporMax risiede nel fatto che contengono la forma più pura di due innovazioni chiave di Nike: Nike Flyknit e Nike Air. Entrambe le tecnologie si manifestano in modo intuitivo, semplice e bello dal punto di vista estetico.

La ricerca della Schneider si traduce in un abbinamento tra i colori tradizionali con interpretazioni più sofisticate, sempre per evidenziare la granulosa trama Flyknit. Per la tomaia, la designer ha unito i colori neutri con quelli contrastanti ed organici come il turchese e l’arancione, colorando l’unità VaporMax Air con pods allo scopo di dare ulteriore energia alla scarpa. Infatti, quando le indossi per correre, se guardi in basso noterai dei flash di colore!

I dettagli estetici attentamente selezionati e combinati da Johanna Schneider rendono le Air VaporMax ancora più futuristiche.

SCOPRI LA COLLEZIONE


vapormax flyknit
donne designer air vapormax

Hai già trovato il modello che fa per te? Dai un’occhiata alla sezione scarpe Nike da donna di JD!

Share

LEGGI ANCHE

SNEAKERS l Editor

Footwear ispirato al futuro con le adidas Originals ZX22

La tua collezione di sneakers ha bi...

-->

SNEAKERS l Editor

50 Anni di Nike

Stiamo celebrando i 50 anni di Nike...

-->

SNEAKERS l Editor

Le scarpe estive ideali da sfoggiare nel 2022

Non indosseresti mai un berretto di...

-->

SNEAKERS l Editor

NMD V3: scopri la nuova visione adidas Originals

SNEAKERS l Editor

Differenze tra le Nike Dunk e le Air Jordan 1

Anche se sono passati 35 anni dal l...

-->

SNEAKERS l Editor

Il comfort arriva dal futuro con le Ozweego Knit

Le