Puma Suede: 50 anni di storia

Era il 1968, un anno tumultuoso in cui ebbero luogo diversi eventi storici importanti, quando PUMA decise di lanciare delle sneakers che avrebbero cambiato la storia: le PUMA Suede. Quelle scarpe segnarono uno spartiacque nel mondo dello streetwear, sia per la loro generazione che per quelle future, fino ad oggi. Ne è passato di tempo dal lancio di questa icona, ma il suo impatto sulla società e sulla cultura è innegabile.

Sei pronto per conoscere la storia delle PUMA Suede?

Il concept e la creazione

Il marchio conosciuto oggi come PUMA nasce nel 1924 ad opera dei fratelli Rudof e Adolf Dassler (se questi nomi ti sono familiari, leggi il nostro articolo sulla storia di adidas come un vero sneakerhead). Dopo quasi 20 anni di lavoro insieme, decidono di separarsi: Adolf fonda adidas, mentre Rudolf continua con PUMA.

L’anno in cui vennero lanciate le PUMA Suede la rivalità tra i due brand aumentò visibilmente. adidas, più giovane, aveva già superato PUMA nel mercato delle scarpe sportive, per cui c’era una lotta costante per il primo posto… Ciò che adidas non sapeva era che PUMA stava per cambiare tutto. La scelta della pelle scamosciata fu un punto di svolta nella storia delle scarpe sportive.

DESCRIZIONE FOTO
DESCRIZIONE FOTO

In un’epoca in cui le scarpe erano di pelle o di tela, le PUMA Suede prepararono il terreno per uno stile di sneakers completamente nuovo. Fu così che, decidendo di di puntare sul camoscio, morbido ma resistente e su una suola in gomma più spessa, PUMA fece il salto di qualità. Infatti, il suede era considerato un materiale di lusso, usato solo per i capi più eleganti. Inoltre, era difficile da pulire, quindi nessuno si sarebbe mai sognato di creare delle scarpe in pelle scamosciata.

Eppure, cavalcando un’onda in controtendenza e in anticipo sui tempi, queste sneakers divennero ben presto la scelta numero uno dello streetwear negli Stati Uniti.

Le Olimpiadi del 1986 e la collaborazione con Frazier

Alle Olimpiadi dello stesso anno, l’atleta Tommie Smith batte il record mondiale dei 200 metri indossando PUMA. Quando sale sul podio, Smith indossa delle calze nere e regge nella mano sinistra una PUMA Suede. Il saluto al Black Power fu un gesto silenzioso, ma che ha segnato la storia della lotta per l’uguaglianza e i diritti umani: Smith alza la scarpa, la mette sul podio e alza in aria il pugno destro indossando un guanto nero. Le nuove sneakers PUMA presero così parte ad un evento storico senza precedenti.

DESCRIZIONE FOTO
DESCRIZIONE FOTO

Cinque anni dopo il grande lancio, è tempo di un upgrade. A quei tempi, Walt “Clyde” Frazier era uno dei più grandi giocatori della NBA e venne invitato a diventare ambasciatore del marchio. Il giocatore dei New York Knicks non avrebbe solo indossato un paio di PUMA, ma avrebbe disegnato la sua silhouette. Nascono così le PUMA Suede “Clyde”.

Gli anni ’80 e ’90

Negli anni ’80 Frazier si ritira, per cui bisognava trovare un nuovo ambassador … Ancora una volta, le PUMA Suede diventano il ​​simbolo di un movimento culturale: la breakdance. Grazie alla tomaia flessibile e alla suola in gomma più spessa, diventano la sneaker perfetta per questo stile di danza alternativo. Non a caso, erano ai piedi dei più grandi gruppi di breakdance della Grande Mela, come i NYC Breakers e il Rock Steady Crew.

Il decennio successivo vede l’esplosione dello skateboard, che da sport underground diventa ben presto una vera e propria industria dello streetstyle. Le Clyde Suede erano state create per resistere agli allenamenti sui campi da basket, per cui erano esattamente ciò che gli skaters stavano cercando. La collezione di colorway e modelli in limited edition cresce a dismisura e oggi ce ne sono davvero tantissime.

DESCRIZIONE FOTO
DESCRIZIONE FOTO

Il nuovo millennio

All’inizio del nuovo millennio, le PUMA Suede hanno spento quasi 40 anni candeline, hanno segnato la storia della moda sportiva e non solo e sono indossate da milioni di persone in tutto il mondo. Ma non finisce qui.

Per celebrare una storia piena di successi, PUMA ha collaborato con artisti del calibro di Alexander McQueen e Frank Kozik per dar vita a delle versioni ultra esclusive delle Suede: con i dettagli in pelle e con la tomaia denim.

DESCRIZIONE FOTO
DESCRIZIONE FOTO

Bad Gal RiRi x PUMA Suede

Chi se la scorda la collaborazione Puma x Rihanna, che ci ha regalato delle incredibili versioni platform delle nostre amate PUMA Suede? La capsule collection Bad Gal RiRi x PUMA era disponibile in tre colorway: bianca, nera e bordeaux e verde. Inutile a dirsi, si sono esaurite in un batter d’occhio. Pensa che, in occasione del primo lancio, a settembre 2015, sono andate sold out in sole tre ore! Non è esagerato dire che sono state “le sneakers dell’anno 2015”.

Nel 2020, più di 50 anni dopo, PUMA ha deciso di rilanciare questo modello con nuove colorazioni e design, che hanno subito fatto furore tra gli sneakerhead. Non ci stupiremmo se tra altri 50 anni le vedessimo ancora nel mondo dello streetwear.

ACQUISTA PUMA SUEDE


Naturalmente, questa’icona non poteva mancare da JD Sports. Corri a scegliere il tuo paio!

Share

LEGGI ANCHE

SNEAKERS l Editor

Footwear ispirato al futuro con le adidas Originals ZX22

La tua collezione di sneakers ha bi...

-->

SNEAKERS l Editor

50 Anni di Nike

Stiamo celebrando i 50 anni di Nike...

-->

SNEAKERS l Editor

Le scarpe estive ideali da sfoggiare nel 2022

Non indosseresti mai un berretto di...

-->

SNEAKERS l Editor

NMD V3: scopri la nuova visione adidas Originals

SNEAKERS l Editor

Differenze tra le Nike Dunk e le Air Jordan 1

Anche se sono passati 35 anni dal l...

-->

SNEAKERS l Editor

Il comfort arriva dal futuro con le Ozweego Knit

Le