La storia di New Era e le leghe professionistiche americane

Buon 100° anniversario New Era! Ebbene sì, sono già passati cento anni da quando la New Era Cap Company è stata fondata a Buffalo dall’immigrato tedesco Ehrhardt Koch. In occasione di questo speciale compleanno, abbiamo deciso di ripercorrere le tappe più importanti della storia della compagnia e dei suoi modelli ever-green.

Gli inizi

New Era iniziò negli anni ’20 a produrre cappellini “Gatsby Style”, ovvero coppole e baschi per uomo e donna, proprio come dettava la moda del momento. Solo durante il primo anno di attività furono ben 60 mila i cappelli usciti dalla fabbrica di Buffalo.

ALT TEXT

New Era continuò a seguire le tendenze della moda fino al 1932, quando Harold Koch, figlio del fondatore, decise di spostare la produzione incentrandola su articoli sportivi. In quegli anni infatti non esistevano ancora grandi competitors come Nike o adidas ma erano già state fondate le leghe professionistiche americane MLB (Major League Baseball), NHL (National Hockey League) e NFL (National Football League). Ciò garantiva a New Era di potersi espandere e conquistare una grande e nuova fetta di mercato.

Il baseball cap

Spostando l’attenzione al mondo dello sport, nel 1934 New Era introduce il “baseball cap” iniziando a produrre cappelli per i Cleveland Indians e, successivamente, anche materiale tecnico per i Detroit Tigers, per i Brooklyn Dodgers e per i Cincinnati Reds diventando nel 1950 l’unico produttore indipendente a fornire cappelli alle squadre MLB. Nel 1954 fece il suo debutto il celebre baseball cap 5950 ( 59FIFTY) disegnato da Harold Koch.

ALT TEXT LEFT
ALT TEXT RIGHT

Negli anni successivi la compagnia si concentrò maggiormente sulla produzione e sulla qualità spostando le fabbriche vicino a New York, che divenne la nuova sede dell’azienda. Così, New Era fu invitata a vendere i propri prodotti alle squadre MLB e nel 1974 vestiva già 20 dei 24 team della Major League.

Il grande pubblico

Verso la fine degli anni ’70 New Era iniziò a pubblicizzare il suo prodotto come “The Sporting News” ovvero come un accessorio sportivo adatto a tutti, non solo ai giocatori di baseball professionisti. Già nel ’78 gli ordini erano talmente numerosi che la produzione non riusciva a far fronte alla richiesta e le vendite dimostravano e confermavano il grande interesse del pubblico.

Tutti volevano un cappello New Era, star del cinema e della scena hip hop. Questo accessorio stava diventando parte della street culture, non solo del mondo sportivo.

L’affermazione del brand

Nonostante i precedenti 70 anni di successi, fu solo nel 1990 che New Era venne consacrata definitivamente come uno dei top brand a livello mondiale diventando, nel ’93, supplier ufficiale per l’intera MBL e dando il via alla Heritage Series nel ’96 con il cappellino rosso dei New York Yankees ideato su richiesta di Spike Lee. L‘anno successivo il brand introdusse il logo Flag (bandiera), ancora oggi molto utilizzato.

ALT TEXT

Nello stesso periodo New Era collaborò con marchi molto importanti della cultura street come Stüssy, Supreme, The Hundreds e UNDFTD.

Ritorno alle origini

Nel 2006 la compagnia si spostò nuovamente a Buffalo, la sua città natale da cui era partito tutto nel 1920. Nel frattempo era diventata anche il marchio ufficiale per i cappelli NFL e NBA avendo l’esclusiva per la produzione di cappellini per le tre principali leghe professionistiche americane.

ALT TEXT LEFT
ALT TEXT RIGHT
ALT TEXT LEFT
ALT TEXT RIGHT

Oggi New Era rimane una delle marche di spicco nel mondo sportivo e streetwear grazie agli accessori e all’abbiagliamento per uomo, donna e bambino. Dai modelli ever-green alle ultime uscite, sicuramente troverai un accessorio perfetto per te su JD Sports.

Cappelli New Era

Share

LEGGI ANCHE

FASHION l Editor

I migliori vestiti per l'estate

Conosciamo bene il dramma del dover...

-->

FASHION l Editor

Bucket hat: scopri i segreti del must-have dell'estate

Le riviste di moda dicono che sia l...

-->

FASHION l Editor

GUESS x J Balvin: ecco l’attesa collezione piena di colori

‘No son ni Reebok ni son Nike’ ...

-->

FASHION l Editor

Tendenza Neon: outfit con stile

Preparatevi perchè quest’anno la...

-->

FASHION l Editor

Nicce: scopri la nuova collezione

Con la sua nuova collezione, Nicce ...

-->

FASHION l Editor

Come scegliere la taglia giusta per neonato e bambino

Avevamo appena finito di comprare i...

-->