Il dizionario del perfetto sneakerhead

Guardi la scarpiera e pensi: quando ho comprato il mio primo paio di Gazelle? E le prime Air Force 1? Pensi e ripensi ma non riesci a ricordare il giorno preciso in cui tutto è iniziato. Ma un cosa è certa: non puoi più farne a meno. Perché? Perché sei uno sneakerhead, ecco perché.

Ormai è da così tanto tempo che passi le giornate a controllare le nuove release, i lanci e le anticipazioni che non sai più com’era la vita prima. Non hai più spazio a casa ma continui, imperterrito, inarrestabile e ostinato ad acquistare sneakers e abbigliamento streetwear.

Ti riconosci in questo profilo? Allora sei uno sneakerhead. Ecco perché non puoi perderti questo articolo in cui passeremo in rassegna tutti i termini usati da chi colleziona sneakers. La maggior parte provengono dall’inglese, alcuni li abbiamo adattati all’italiano dando vita a un vero e proprio dizionario dello sneakerhead. Ovviamente in ordine alfabetico!

Il dizionario dello sneakerhead

Dizionario sneakerhead

Back door

Significa vendere sottobanco un modello prima della data della release ufficiale, soprattutto in edizione limitata, agli amici e ai conoscenti.

Beaters

Tutti ne abbiamo almeno un paio nella scarpiera… le beaters sono le classiche scarpe da battaglia, quelle che usiamo fino a distruggerle, le più rovinate e soprattutto sporche della nostra collezione. Di solito le indossiamo per una scampagnata o quando piove. Appena la suola diventa da buttare, vengono subito sostituite con un altro paio che diventeranno di diritto le nuove beaters.

Coke white

Al contrario delle beaters, le coke whites sono delle sneakers immacolate, quelle a cui dedichiamo maggiore attenzione e cura, soprattutto perché sono di colore bianco. Ogni sneakerhead che si rispetti ne ha un paio e solitamente si tratta delle classicissime AF1.

Cop

Coppare per uno sneakerhead è il massimo. La parola italianizzata “coppare” deriva dal termine inglese “cop” cioè afferrare, acchiappare. Sicuramente vi sarà capitato di leggere su IG o sui blog “cop or drop”, un gioco di parole incentrato sulla voglia di acquistare o meno un modello.

Cozy

In italiano “cozy” vuol dire comodo, confortevole. Nel mondo dello streetwear, gli outfit cozy sono quelli che offrono il massimo della comodità senza rinunciare allo stile.

Crepes

Uno dei tanti modi per definire le sneakers in inglese/americano.

Crispy

Crispy significa “fresco”. Solitamente la parola crispy viene associata al colore bianco: crispy white è la sneaker bianca. Viene chiamata così perché trasmette “freschezza”.

Cortez Nike e Ozweego adidas

DS (Dead stock)

Se sei un vero sneakerhead, sicuro che hai un paio di DS nella scarpiera. Le deadstock sono sneakers che non sono mai state indossate. Anzi, non le hai mai nemmeno provate. Sono lì, ancora nella scatola e sono persino factory laced, ovvero allacciate come quando le hai comprate.

Double up

Tutti noi in un attimo di follia abbiamo comprato due paia di sneakers uguali. O perché erano in sconto, o perché ti piacevano così tanto che hai deciso di seguire la modalità “One to rock, one to stock“ (una da usare, l’altra da collezionare), insomma ogni sneakerhead ha un doppione a casa.

Fire

Se sei un vero sneakerhead, sei solito bazzicare siti e profili social dedicati allo streetstyle. Sicuramente avrai visto dei commenti con la parola fire o con l’emoji della fiamma. È un commento che dimostra apprezzamento: probabilmente la sneaker o il capo di abbigliamento in foto è davvero figo, quindi, “hot”, o “fire”, che vuol dire bollente.

Friends and family (F&F)

Questo termine indica un paio di sneakers davvero, davvero rare. I modelli F&F sono personalizzati con vari tessuti e design innovativi e ricercati. Lo stock di queste scarpe è limitatissimo e i fortunati destinatari sono solamente amici e familiari.

Garms

Garms si usa per descrivere l’abbigliamento alla moda, di tendenza.

Grail

Si dice di un modello da collezione super raro, di quelli inarrivabili che valgono tantissimo. In poche parole: il Santo Graal delle sneakers. Dì la verità, hai sempre sognato di averne un paio.

sneakers mania

GR (general release)

La general release è un’edizione generica, facile da trovare sia in store che online. Tutti i rivenditori ce l’hanno. Ciò vuol dire che le sneakers in general release saranno facili da trovare e, di conseguenza, perderanno valore per tutti gli sneakerhead che vogliono accaparrarsi le release in limited edition.

Hypebeast

Un hypebeast è chi segue solo lo stile hype. Indossa solo articoli in edizione limitata quindi capsule collection o collaborazioni esclusive tra brand, questo perché sono quelle più ricercate e spesso col prezzo più alto.

Instacop

Quando un modello è così cool che alla prima occasione lo si compra senza pensarci troppo su.

Kicks

Insieme a creps, un’altra parola per indicare le sneakers. Molto usata nei paesi anglofoni.

Lit

Quando un modello è davvero figo, scoppiettante, esplosivo.

PE (Player edition/Player exclusive)

Questo termine indica la scarpe create dal brand per un atleta in particolare. Non si trovano quasi mai in negozio e si devono avere davvero delle buone conoscenze per ottenerle, magari in backdoor. Un esempio sono le Nike Blazer che vennero create per George ‘Iceman’ Gervin.

dizionario sneakerhead

Pack

Pack sono le scarpe che vengono rilasciate in serie. Si possono trovare sia separatamente che insieme.

Retro

Un paio di sneakers retro sono state realizzate in passato ma vengono riproposte. Si tratta quasi sempre di classici senza tempo, modelli iconici che ogni sneakerhead che si rispetti deve avere nella sua collezione. L’esempio più calzante sono i modelli Air Jordan.

Reseller

Succede con i biglietti dei concerti ma anche con le scarpe. Un reseller è una persona che acquista il maggior numero possibile di sneakers per rivenderle. No, non ha nessuna intenzione di indossarle nè tantomeno di regalarle a fratelli e cugini. Vuole semplicemente lucrarci sopra rivendendole ad un prezzo più alto. Di conseguenza, non può essere considerato uno sneakerhead.

Full size run

È il numero di paia di scarpe che un rivenditore o un negozio ha in magazzino. Il maggior numero di negozi le riceve in taglie da uomo che vanno dalla 6 alla 12. Quando invece un negozio non ha ricevuto la spedizione completa si dice partial size run.

sneakerhead shoes

Sneakerhead

Siamo arrivati alla parola clou! A questo punto potremmo scrivere intere dissertazioni per spiegarti chi sia uno sneakerhead ma meglio non dilungarsi troppo. Uno sneakerhead è un appassionato di sneakers che le colleziona in maniera smodata, accumulando nella scarpiera modelli di ogni tipo: running, collaborazioni, retro, basket, limited edition e tutto quello che riguarda il mondo delle sneakers. Ovviamente senza farsi scappare nessuna release (o quasi).

Super fire

Essere super fire vuol dire essere alla moda in maniera superlativa, offrendo una visione completamente nuova di uno stile. Vuol dire che non sei fire, di più.

Wild

Il termine wild si riferisce ad un paio di scarpe figo da morire. Insomma, difficile da non coppare!

Conoscevi già questi termini? Li usi quotidianamente con i tuoi amici per parlare della cosa che ami di più al mondo, mentre cerchi da JD Sports il tuo prossimo paio di scarpe? Attento: la tua testa sta per trasformarsi in una sneaker…

Share

LEGGI ANCHE

NEWS l Editor

Tutte le maglie calcio della stagione 2020/21

Il calcio europeo quest'anno chiude...

-->

NEWS l Editor

Ecco perché Michael Jordan sarà sempre THE GOAT

Se c’è una cosa che nessuno può...

-->

NEWS l Editor

Workout: esercizi con il kettlebell

Se prima del lockdown l’idea di <...

-->

NEWS l Editor

Viaggi e vacanze dopo l'isolamento: destinazioni italiane da visitare

Anche tu stavi per rinunciare all...

-->

FASHION l Editor

GUESS x J Balvin: ecco l’attesa collezione piena di colori

‘No son ni Reebok ni son Nike’ ...

-->

NEWS l Editor

Le regioni italiane che hanno fatto più sport durante la quarantena

Oltre a rinnovare l'abbonamento a N...

-->